Bari, una mostra illustrata per contribuire alla conoscenza della storia del popolo Rom e Sinto e allo stesso tempo un modo creativo e semplice per fare i conti con l’antiziganismo e il razzismo che solitamente affiorano, a vari livelli, quando si parla di Rom. È questo l’obiettivo della mostra “Rom e Sinti: Storia e storie da scoprire” in programma negli spazi del Museo civico dal 15 al 21 novembre.

La mostra si articola in due parti.

Una prima parte presenta 25 pannelli disegnati dall’artista anglo-russa Irina Hale, pittrice novantenne attenta a rappresentare nelle sue opere le ingiustizie sociali e a fissare con la sua arte momenti di vita, sguardi dei più fragili e dei più vulnerabili.

Un racconto della storia del popolo Rom e Sinto, dalle numerose e ricorrenti deportazioni che hanno dovuto subire già a partire dal 1400 ai campi di concentramento nazisti e al Porrajmos (la Shoah dei Rom e Sinti) fino ad arrivare a quella che è la situazione attuale in buona parte dell’Occidente, Italia compresa, in cui le comunità Rom continuano a vivere in campi invivibili, spesso abusivi, privi di servizi igienici, acqua ed elettricità, accompagnati da luoghi comuni, pregiudizi, isolamento e forme varie di razzismo. I disegni di Irina Hale sono realizzati su cartoni riutilizzati.

La seconda parte della mostra, curata da Domenico Semisa, studioso barese delle culture delle minoranze, presenta al pubblico modelli di ruolo positivi di persone Rom e Sinte che si sono distinte a livello nazionale e internazionale e per questo sono diventate famose in vari settori, dallo sport, alle arti, alla politica. Alcuni sono molto noti come Charlie Chaplin, Moira Orfei, Elvis Presley. Un viaggio, quindi, di conoscenza e scoperta.

Per aggiornamenti e programma dettagliato cliccare sul seguente link: https://lamilano.it/puglia/bari-la-mostra-rom-e-sinti-storia-e-storie-da-scoprire-nellambito-del-progetto-fuori-campo/

Bari Museo Civico, Strada Sagges, Rom e Sinti. Storia e storie da scoprire

Apertura della Mostra al pubblico
Orari di apertura al pubblico: dalle 9 alle 13 e dalle 16.30 alle 19.30. Domenica 21 novembre, dalle 9.30 alle 13.30.

Per maggiori info e prenotazioni nuovofantarca@libero.it e 338 7746218.

Ingresso gratuito. Si accede nel rispetto delle norme vigenti anti-Covid (richiesto Green Pass)

Per info e prenotazioni: nuovofantarca@libero.it

L’ingresso alla mostra, a titolo gratuito, avverrà nel pieno rispetto delle vigenti norme anti-covid.

 

Di admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.