Per Europa Edizioni Gianni Montalto pubblica La figlia del re

Dalla quarta di copertina: Mary e Richard si trovano in Egitto, nella Valle dei Re, per una missione unica nel suo genere: il loro scopo è ritrovare un antichissimo manoscritto che dimostrerebbe l’esistenza di una figlia avuta dal faraone Tutankhamon a soli diciassette anni. Informazioni concrete e leggenda si intrecciano intorno alla storia del manoscritto, ma i due archeologi sono convinti della sua esistenza, e non intendono deludere il loro finanziatore. Non sono, però, gli unici ad avere intrapreso la ricerca del prezioso reperto: poco lontano dal loro campo, infatti, un’altra squadra ha il loro medesimo obiettivo. Gli scavi non portano alla luce granché, finché iniziano a manifestarsi degli eventi strani e inspiegabili: un vento furioso si abbatte sulla Valle scardinando le tende degli operai, e proprio quella notte Mary ritrova casualmente uno strano manoscritto. Che sia quello che tutti stanno cercando? Qualcuno, però, sta seguendo nell’ombra ogni loro mossa, e da quel momento nessuno sarà più al sicuro. Tra continue sparizioni del manoscritto e brutali uccisioni, sarà arduo ricomporre i pezzi di questo intricato puzzle. Chi intende far conoscere la verità, e chi invece vuole solo confonderla?

Con un linguaggio interessante e fluido, l’autore – appassionato di cultura egizia – ci porta, facendoci entrare nel vivo fin dalla prima pagina, in una storia avvolta dal mistero e intrisa di storia e storie. L’Egitto, da sempre terra di onirismo e misticismo, ci si svela in tutti i suoi aspetti in modo lampante e accattivante, con l’istinto e la voglia di scoprire dei protagonisti che li porterà inevitabilmente tra pericoli, depistaggi, misteri e confusione.

Fino alla fine, il mistero sarà fittissimo. Trecentocinquanta pagine che vi terranno con il fiato sospeso.

Valore aggiunto del volume: parte del ricavato della vendita di questo libro sarà destinato alla realizzazione e al sostegno dei laboratori solidali di scrittura LetterariaMente.

Flora Fusarelli

Di admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.