«Sventola nel piatto la lasagna, rossa come la bandiera comunista disegnata sul manifesto appeso in fondo al salone».

Un esordio ad hoc che accompagna un titolo paradossale nell’opera di Patrizia Carrano per Vallecchi Firenze Editore.

Siamo nella metà degli anni Cinquanta. Elisabetta ha nove anni e vive con sua mamma. Si spostano spesso prima di trovare una sede abitativa definitiva.

La mamma di Elisabetta ama sua figlia, ma è una donna fredda, dall’umore altalenante, impegnata nelle iniziative del PCI che segue con fervore, determinazione e, a volte, delusione.

Sono gli anni in cui Roma pullula di artisti, di aspiranti attrici, di intellettuali e collettivi. È proprio questa la tipologia di persone che Elisabetta conosce attraverso sua mamma. Assiste ai sogni – e alla caduta degli stessi – di una generazione forte e combattiva, una generazione permeata da profondi ideali e valori politici e sociali.

La storia viene mostrata nella realtà dei fatti senza imbellettamenti di alcun tipo e ci racconta, inserendola nel contesto storico, la difficoltà di crescita di una bambina che si muove cercando di districarsi tra ideali stabili e vita quotidiana precaria. In questo tentativo di Elisabetta si ravvisano la sua spiccata capacità di pensiero e la sua attitudine al ragionamento tutt’altro che infantili. La bimba è già in grado di cavarsela da sola, di fare le sue scelte, di prendere le sue piccole e grandi decisioni, di vivere le sue emozioni e di capire cosa ama di più e cosa di meno. In questa fase la accompagneranno le sue immancabili letture – Andersen e Afanasjev in primis – ma resterà per lei una fase comunque faticosa per la sua età tanto che, ad un certo punto, Elisabetta penserà di papparseli lei tutti quei comunisti che in qualche modo le sottraevano sua madre e le davano un sacco di grattacapi.

Una lettura molto piacevole che rappresenta non solo lo spaccato di un’epoca che pare oramai lontana ma non lo è così tanto ma anche un viaggio attraverso la presa di coscienza di una bambina.

 

Flora Fusarelli

 

TITOLO: La bambina che mangiava i comunisti

AUTORE: Patrizia Carrano

CASA EDITRICE: Vallecchi

NUMERO DI PAGINE: 162

PREZZO: 16 Euro

Di admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.