Clima di forte tensione a Gerusalemme i funerali di Shireen Abu Akleh, la reporter di Al Jazeera colpita a morte due giorni fa a Jenin dai soldati israeliani. All’uscita dall’ospedale un tafferuglio è avvenuto quando la polizia ha impedito che la bara della giornalista fosse avvenuta a spalla da un gruppo di persone. La bara ha ondeggiato ed è quasi caduta a terra. In seguito, posto a bordo di un automezzo, il feretro ha raggiunto la porta di Jaffa ed è stato trasportato all’interno della chiesa greco-melchita, mentre gli agenti della polizia erano impegnati ad impedire la esposizione di bandiere nazionali palestinesi.

L’Unione Europea, per voce del capo del sui rappresentante degli Esteri Josep Borrell in merito al comportamento della polizia israeliana ha dichiarato: “L’Unione europea è sconvolta dalle scene avvenute oggi durante il corteo funebre della giornalista americano-palestinese Shireen Abu Akleh, a Gerusalemme est occupata” e “condanna l’uso sproporzionato della forza e il comportamento irrispettoso della polizia israeliana nei confronti dei partecipanti al corteo funebre”.

 

 

Di admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.