Cesare sta male. Un malessere continuo al quale non riesce a dare una spiegazione. Un malessere che lo relega nel buio del vuoto esistenziale da cui non riesce a riemergere.

Cesare si analizza, ricerca nel suo percorso di vita le cause di quello stato di triste auto-alienazione perenne. Ripercorre le sue relazioni amorose, la sua fallimentare esperienza di padre, la mancata carriera calcistica. A quest’ultima situazione focalizza la sua attenzione trovando il capro espiatorio del suo male. Giura vendetta. Vuole, deve vendicarsi, attraverso un piano diabolico che segnerà l’inizio di una vicenda pazzesca nella quale si ravvisa senza dubbio la penna del Mauro Valentini giornalista e scrittore di cronaca nera che in questa prova narrativa – per Armando Editore – ci trasporta all’interno dei meccanismi più ancestrali della mente umana.

In Cesare, veniamo trascinati a fondo dal protagonista che rischia la follia a causa del suo isolamento volontario causato da un’elaborazione emotiva assente e poco lucida. La vicinanza alla pazzia sarà però per il protagonista l’unico modo per giungere a una sorta di consapevolezza del proprio essere che gli permetterà di valutare, in modo adeguato, persone e situazioni della propria vita.

Una scrittura scorrevole e accattivante che invoglia, pagina dopo pagina, ad andare avanti nella lettura per scoprire il vero abisso dal quale, però, è sempre possibile risalire:

«Tutto gli sembrava di colpo così bello e colorato, che si era imposto di non ripensare a quegli anni in cui si era cancellato dalla vita. Tutti quei mesi, quei giorni a maledire tutto e tutti… No, se avesse soltanto provato a pensare a quello che aveva fatto nel passato, a quello che si era perso, avrebbe potuto impazzire».

 

Flora Fusarelli

 

CESARE

AUTORE: Mauro Valentini

CASA EDITRICE: Armando Editore

NUMERO DI PAGINE: 192

PREZZO: 15 Euro

 

Di admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.