Roma, Montanari in “Lettera a Pasolini” apre i “Concerti nel Parco“. Il 1 luglio, sul palco con Di Battista (sax) e Sorrentino (basso)

Il festival i “Concerti nel Parco” inaugura venerdì 1 luglio con una Prima Assoluta, “Lettera a Pasolini“: nell’ambito delle celebrazioni Pasoliniane 2022, in occasione del centenario dalla nascita del grande regista e poeta, una nuova produzione Lunga Vita Festival nata da una commissione de i Concerti nel Parco a Francesco Montanari e realizzata in collaborazione con il festival e Altra Scena Srl. Francesco Montanari, romano della generazione ’80, attore di professione, nato quando Pasolini era già morto e nello stesso tempo cosciente di tutto quello che questo personaggio ha significato per la cultura, la letteratura, la società, il costume, più profondamente l’umanità, in Italia e nel mondo, gli scrive una lunga lettera partendo dai suoi scritti e ponendogli domande di scottante attualità.

Francesco Montanari, narratore
Stefano Di Battista, saxofono, clarinetto
Daniele Sorrentino, contrabbasso, live electronics
Davide Sacco, drammaturgia e regia
Nuova Produzione – Prima Assoluta
In collaborazione con Lunga Vita Festival

 

Come si scrive oggi una lettera a Pasolini? Come si scrive una lettera a qualcuno che non c’è

più? Come si scrive a qualcuno che ha scritto già tutto? Come si snoda quel ponte, reale e immaginifico,

che solamente la musica può ricreare?

In un percorso attraverso la storia di Pasolini, la sua forza e la sua fragilità, si percorrerà, tramite

le lettere da lui scritte e quelle che noi avremmo voluto scrivere a lui, un’immaginifica storia fatta

di una Roma antica, di un’Italia che cambia, di un’Europa che avanza.

Grazie alle musiche di Stefano Di Battista e alle parole di Francesco Montanari si racconterà la

storia di un uomo, forse uno dei più importanti, se non il più importante intellettuale che l’Italia ha

avuto.

Tra contraddizioni, tra giudizi e giudicanti, tra rivoluzioni interne ed esterne, tenteremo di tornare,

almeno per un’ora, a parlare con lui, a scrivere per l’ultima volta una lettera a Pier Paolo Pasolini.

Di admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.