Il film “JFK – Un caso ancora aperto” che verrà trasmesso stasera su La7 alle ore 21,15 espone i fatti immediatamente precedenti all’assassinio  del Presidente degli Usa John Fitzgerald Kennedy e le successive indagini ad opera del procuratore distrettuale di New Orleans all’epoca dei fatti, Jim Garrison, che dubita della tesi ufficiale successiva all’indagine della Commissione Warren, la quale stabilì che Lee Harvey Oswald fu il solo esecutore materiale dell’attentato.

Oliver Stone dimostra come all’origine della assassinio di John F. Kennedy ci fosse un complotto.

Il successo del film e lo scalpore suscitato dalla tesi del complotto in esso contenuta, portarono alla creazione dell’atto di legge “President John Kennedy Assassination Records Collection Act of 1992” (conosciuto anche semplicemente come “JFK Act”) e alla formazione di una commissione d’inchiesta denominata “U.S. Assassination Records Review Board” incaricata di riesaminare l’inchiesta successiva all’omicidio di Kennedy. La legge venne firmata dal Presidente George H. W. Bush alla fine di ottobre del 1992. La commissione operò fino al 1998. Furono ascoltati nuovi testimoni mai presi in esame all’epoca dei fatti, inclusi molti medici che avevano visitato il cadavere del Presidente Kennedy; il governo degli Stati Uniti acquistò ufficialmente il filmato di Abraham Zapruder (in precedenza proprietà della  Time-Life Corporation) e rese pubblici alcuni documenti relativi all’attentato precedentemente dichiarati top secret.

Film che ha ricevuto moltissimi riconoscimenti tra cui due premi Oscar, ma soprattutto ha riaperto il dibattito pubblico su questo tragico ed epocale avvenimento costringendo il governo Usa a rendere pubblici molti documenti Top secret.

 

Di admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.