A 450 anni dalla nascita di Michelangelo Merisi, detto Caravaggio (27 settembre 1571) “Art Night” propone il documentario Il caso Caravaggio, un’affascinante indagine prodotta da Arte e ricostruita dal regista Frederic Biamonti, in onda stasera alle 21.15 su Rai5, in prima visione Rai. È il 2016 quando il mondo dell’arte è scosso da una notizia: nella regione di Tolosa, in Francia, viene scoperta per caso una rappresentazione di Giuditta che decapita Oloferne, uno dei dipinti di Caravaggio che si credevano perduti. Nasce una notevole eccitazione nel mercato dell’arte e nella cultura francese ed europea, e tra gli amanti dell’arte.

L’attribuzione del dipinto è oggetto di accesi dibattiti tra gli specialisti e il Ministero della Cultura francese impone il divieto di esportazione. La curiosità del pubblico è intensa, mentre il mercato osserva con interesse. Si parla di un prezzo richiesto di 120 milioni di euro, sulla scia della recente vendita di una tela di Leonardo da Vinci, Salvator Mundi, messo in vendita con un prezzo di partenza di 100 milioni di dollari e venduto per 450 milioni nel novembre 2017. Un nuovo record sembrerebbe possibile, quanto potrebbe fruttare il recupero del “nuovo Caravaggio”? Tanto più che è molto più grande e in condizioni migliori del da Vinci.

Negli uffici di Eric Turquin, l’esperto d’arte parigino che rappresenta i proprietari del dipinto, hanno grandi speranze che il dipinto possa diventare un trofeo per un ricco collezionista o un tesoro nazionale per un grande museo. In ogni caso, è un’opera rivoluzionaria per gli storici dell’arte.

Il film, anche attraverso le parole dei maggiori esperti i Caravaggio, racconta la storia eccezionale di un dipinto di un grande maestro, riscoperto dopo 400 anni avvolto nel mistero. La serata di Art Night prosegue, poi, con il documentario Tintoretto, il primo regista di Erminio Perocco che ripercorre la biografia dell’artista e descrive le innovazioni tecniche della sua pittura che hanno esercitato un’influenza profonda e costante sulla storia dell’arte.

Di admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.