È l’amore il protagonista indiscusso della silloge poetica La logica del cuore di Emilia Testa, edita da Dantebus Edizioni.

Impreziosita dalla prefazione di Massimo Gherardini, la raccolta di poesie di Emilia Testa si presenta al lettore come un percorso a tappe in cui l’amore viene accostato all’utopia e all’inganno e ne vengono analizzate le spine e gli “amabili resti”; ma l’amore può tutto, anche germogliare “tra i ciliegi e i lampi d’oro” colmando di parole pagine bianche che acquistano significato a mano a mano che vengono riempite.

L’autrice si rivolge così “a tutti gli amori maneggiati con cura nel corso degli anni”, in particolar modo “a quelli solitari e perduti” con una punta color malinconia ma con il desiderio di liberarli e sviscerarne l’essenza.

Se “l’amore è sempre altrove” allora lo si può incontrare “nel plenilunio delle notti insonni” come “nell’archetipo di ogni desiderio” perché ci sono amori “caotici e sfinenti” e “amori eterni dove resti ma non ci sei” e forse ciascuno di essi concorrerà a comporre quel puzzle il cui “il pezzo finale” è nelle mani del cuore.

Emilia Testa, con i suoi versi, ci trasporta all’interno di un universo di sentimenti e di “parole sconnesse” dove a tenere uniti i frammenti dell’esistenza vi è un’unica logica possibile: quella del cuore.

Una raccolta di poesie da assaporare lentamente per apprezzare appieno la magia e l’incanto dell’amore che straborda tra le pagine, rivelandosi in tutte le sue cangianti sfumature.

 

Articolo di Eleonora Nucciarelli

 

La logica del cuore

di Emilia Testa

Pagine 105, 2021

16,90

Dantebus Edizioni

Di admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.