Si è conclusa, lo scorso 26 giugno, la X edizione di Passaggi Festival. La frase a effetto “Libri vista mare” ha accompagnato come un’onda spumeggiante la manifestazione dedicata al libro e alla saggistica.

Tutto è iniziato al Salone Internazionale del Libro, a Torino, dove, nello stand della Regione Marche, il direttore del festival Giovanni Belfiori, insieme al vice direttore Ludovica Zuccarini e al direttore di Librerie.Coop, partner della manifestazione, Fabrizio Lombardo, moderati dalla giornalista Brigida Gasparelli, hanno annunciato il tema dell’edizione: “Con dubbia ragione”. Un tema attraverso il quale il festival ha deciso di collocare il dubbio al centro, come a contaminare giusto e sbagliato, torto e ragione.

Partiamo dal principio. Dopo i saluti istituzionali, grandi ospiti si sono alternati a Fano negli spazi allestiti per la manifestazione e hanno intrattenuto le innumerevoli persone giunte per l’occasione. Tra i luoghi privilegiati per la rassegna: la gremita Piazza XX settembre, il Pincio, l’Ex Chiesa di San Francesco, la Mediateca Montanari Memo, la Sala da tè L’Uccellin Bel Verde, l’Anfiteatro Rastatt e vari lidi, spiagge, bagni e stabilimenti balneari.

Tra gli eventi cui ho preso parte, ho avuto il piacere di assistere all’illuminante monologo di Vittorio Sgarbi che, nel presentare il suo ultimo libro Raffaello. Un Dio mortale (La Nave di Teseo) ha spaziato tra storia dell’arte, letteratura e cultura generale, mantenendo vivo l’interesse di un pubblico incantato che lo seguiva estasiato; ho visto salire sul palco una disinvolta, preparata e frizzante Stefania Andreoli; ho ammirato l’umiltà di Giorgia Soleri accompagnata da La signorina nessuno (Vallardi Editore) che ha omaggiato Patrizia Cavalli recentemente scomparsa; ho apprezzato la simpatia e il sorriso sfavillante di Tess Masazza e ho, infine, ascoltato con interesse e concentrazione Roberto Saviano e la sua innata capacità di tenere sempre alta l’attenzione del suo pubblico.

Andrea Delogu, Veronica Pivetti, Iva Zanicchi, Francesca Michielin, Maura Gancitano, Gaetano Pecoraro, Dacia Maraini, Mario Giordano, Marilù Oliva, Giulia Caminito, Francesco Guccini e Nina Zilli, sono stati solo alcuni degli illustri ospiti di questa X edizione, la più lunga in assoluto: 9 giorni, 197 eventi fra presentazioni di libri, mostre, laboratori, visite guidate, cene e appuntamenti vari, che ha registrato ben 45mila presenze. I libri presentati sono stati 112, le mostre allestite 5 e 17 i laboratori che hanno visto la partecipazione di 222 bambini.

Grandi numeri e considerevole partecipazione, a dispetto di chi sostiene che in Italia ci siano più scrittori che lettori. Di certo ci sono moltissime persone interessate ai libri e alla cultura che con calore, con partecipazione e “con dubbia ragione” hanno collaborato alla realizzazione di questo grandissimo successo di cui oggi ho l’onore di scrivere.

 

Eleonora Nucciarelli

 

Per ulteriori informazioni e approfondimenti:

Sito: www.passaggifestival.it

Facebook: Passaggi Festival Fano

Instagram: Passaggi Festival

Twitter: @passaggicultura

 

Di admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.